Ricerca








Musicoterapia ad indirizzo fenomenologico

 

Recensione

La teoria dell’armonizzazione dell’handicap, alla quale si ispirano gli autori, mira al perseguimento di una minor tensione tra i vari aspetti dell’individuo per il perseguimento di un maggior benessere.
Questo modello è stato mirabilmente esposto diversi anni fa dal caposcuola Pier Luigi Postacchini, avendo come sintesi massima il testo “Lineamenti di Musicoterapia”. Tuttavia la pratica maturata in questo decennio ha dimostrato come questo modello abbia condotto a qualche inevitabile revisione metodologico/culturale. Inoltre, le prime esposizioni hanno generato alcuni fraintendimenti: spesso lo si è recepito come fortemente centrato sulla armonizzazione degli analizzatori sensoriali, mentre ora abbiamo evidenziato che tra le parti da rendere armoniche nel perseguimento del benessere, va compreso il numero più ampio possibile di sfaccettature dell’esistenza, sia essa con o senza handicap. Vogliamo dunque considerare l’utilità anche dell’armonizzazione del mondo delle idee con quello degli eventi fisico-somatici, con quello relazionale, con quello delle strategie istituzionali.
Questo testo quindi, pur costituendosi come una evoluzione dell’impianto di Lineamenti di Musicoterapia, ne costituisce al contempo una versione chiarificata dall’esperienza pluridecennale che gli autori ne propongono.

Indice

  Presentazione pp. 5-8   Postacchini Pier Luigi ; Ricciotti Andrea
  Ricercatori di feconde scintille pp. 9-10    
Cap.1 Overture pp. 11-22    
1.1 Normalizzazione vs armonizzazione    
1.2 Terapia: guarire vs curare    
1.3 Melodia vs universo sonoro    
1.4 Arte vs tecnica    
1.5 Scienza vs umanesimo    
1.6 Verità vs sapienza    
Cap.2 Modello teorico ad indirizzo fenomenologico per la musicoterapia - Primo Movimento pp. 23-30    
2.1 Il superamento del dualismo cartesiano    
2.2 La fenomenologia    
2.3 Concetti mutuabili dalla fenomenologia    
Cap.3 La filosofia di intervento - Suite per filosofia e tamburi pp. 31-39    
3.1 La teoria dell'armonizzazione: del benessere    
3.2 La persona: mente-corpo-emozioni-relazioni    
3.3 La relazione Io-mondo: apprendimento tra affettività e socialità    
3.4 Il suono per l'armonizzazione    
Cap.4 Il suono tra senso e significato - Allegro con fantasia pp. 40-76    
4.1 Fattori acustici    
4.2 Fattori naturali: i dati senso-percettivi    
4.3 Fattori culturali: i dati universali    
4.4 Modello di Competenza Comune    
Cap.5 Il setting musicoterapico - Adagio con cura pp. 77-88    
  Definizione generale    
5.1 Il setting musicoterapico    
5.2 Cornice spaziale    
5.3 Cornice temporale    
5.4 Cornice comportamentale    
  Conclusioni    
Cap.6 Il baricentro delle esigenze - Polivocale con geometria pp. 89-90    
Cap7 Cogliere musicalità - Scherzo pp. 91-93    
Cap.8 I contesti - Cattedrali salotti e teatri pp. 94-107    
8.1 La musicoterapia a scuola    
8.2 MusicoTerapia e Riabilitazione    
8.3 Musicoterapia e terapia    
Cap.9 Metodo di ricerca quanti/qualitativo: una proposta diacronica e multicentrica - Dodecafonia pp. 108-120    
Cap.10 Oltre la supervisione - Musica visionaria pp. 121-127    
  Finale pp. 128-129    
  Bibliografia pp. 130-133