Ricerca








La nuova musicoterapia

 

Recensione

Teoria, clinica, ricerca, educazione: queste le suddivisioni principali di questo testo, un libro che dopo trent’anni di sviluppo di questa disciplina esamina gli elementi essenziali del processo musicoterapeutico ed evidenzia le ragioni per cui la metodica risulta efficace. Il professor R.O.Benenzon, psichiatra e psicoterapeuta, sostenitore di fama internazionale della scuola di musicoterapia attiva, affronta il tema dell’evoluzione del rapporto interpersonale durante le sedute terapeutiche, dedicando una particolare attenzione alla differenziazione della produzione strumentale. Descrive poi l’applicazione della tecnica alla ricerca sul coma, mentre la dottoressa G. Wagner estende il suo discorso affrontando la questione del recupero dei pazienti afasici. In campo educativo e psicopedagogico V.H. de Gainza dibatte una nuova concezione dell’approccio musicale quale elemento fondamentale della comprensione dell’individuo.
Il testo si rivela di straordinario interesse e di rara utilità per coloro che, in ambito clinico, di ricerca e formativo, seguono e praticano gli sviluppi più recenti della musicoterapia scientifica.

Indice

  Prefazione pp.7-10    
  Parte prima La Nuova Musicoterapia   Benenzon Rolando O.
Cap.1 Elementi tecnici pp.11-48    
Cap.2 La teoria pp.49-80    
Cap.3 La tecnica pp.81-116    
Cap.4 La ricerca pp.117-140    
Cap.5 La formazione pp.141-152    
  Parte seconda L'applicazione in psichiatria e neurologia   Wagner Gabriela
Cap.1 Suono, musica, silenzio e movimento pp.153-158    
Cap.2 Un caso clinico pp.159-168    
Cap.3 L'altra faccia della luna pp.169-174    
Cap.4 La valutazione neuro-sonoro-musicale pp.175-196    
Cap.5 Il paziente afasico pp.197-204    
Cap.6 Un caso di afasia infantile pp.205-212    
  Parte terza L'orientamento psícopedagogico   Hemsy De Gainza Violeta
Cap.1 Ecologia sonora pp.213-218    
Cap.2 La musica e la creatività pp.219-228    
Cap.3 Uscire dall'isolamento pp.229-234    
Cap.4 Musica, educazione e terapia pp.235-262    
  Bibliografia pp.263